Direttore: Renzo Bertoldo

Soprano:  Chiara, Carla, Paola, Eleonora, Alessandra -Contralto: Cristina, Grazia, Mariangela, Donatella, Mariarita, Sonia, Silvia -Tenori: Gabriele, Gino, Sergio, Ennio, Ruggero - Bassi: Domenico, Maurizio, Sergio, Raffaele, Vincenzo, Simone -Al pianoforte: Raffaele Cifani - All'organo liturgico: Paolo Mandelli - Alle percussioni: Franco Svanoni

Il coro "La Miniera", gruppo a voci miste, nasce nel 1980 in un quartiere di Sesto S. Giovanni, la città delle fabbriche, all’interno di un gruppo di giovani coinvolti spontaneamente in attività di animazione liturgica, sociale e culturale sul territorio.

Nel corso degli anni, il coro matura lentamente una propria sensibilità corale, attenta soprattutto al racconto della quotidianità, vista in controluce, lungo le fibre più profonde, nello scorrere delle vicende dell'uomo d'oggi.

Il repertorio si arricchisce così di brani inediti composti dal maestro Renzo Bertoldo che ambienta i testi e le armonie, sui fondali del territorio, dove, si disegnano i profili delle fabbriche, sempre più in declino, dove si manifestano i contorni e le forme della pianura, i desideri di una natura originaria sempre più lontana.

Anche la vocalità segue le esigenze espressive delle tematiche che emergono da questo lavoro di "scavo", nel tentativo di intraprendere una lettura ed interpretazione personale e più interiore dei fatti. Le voci, prediligono così una timbrica naturale, tesa, tra rarefazioni e pienezze. Con le proprie canzoni inedite, il coro La Miniera vince nel 1988 il "Il Concorso Nazionale della Nuova Creatività". Nel 1990 è terzo classificato a Vittorio Veneto mentre nel 1992 si aggiudica il primo posto al Concorso Nazionale di Adria, cui seguono altre significativi riconoscimenti.

Ma al di là dei concorsi, utili al coro per diffondere il proprio lavoro e confrontarsi con la più vasta realtà corale, "La Miniera" percorre un cammino autonomo di valorizzazione del suo humus ispirativo ed originario, che si evolve e si condensa in una specificità non accademica, ma che cerca ed elabora prioritariamente l’elemento comunicativo ed evocativo.

Tra le diverse iniziative ed attività presenti nella storia del coro ricordiamo le trasferte a Roma, Praga ed a Riga in Lettonia e il tradizionale "Incontro corale di Primavera", che il coro organizza con il quartiere delle corti di Sesto S. Giovanni, valorizzando profili esecutivi tematici, con una particolare attenzione ai “luoghi dell’anima” e alle vicende emblematiche dell’uomo. Nel 1993 il coro propone una particolare trilogia sul tema dell'Apocalisse con titolo "Patmos" per doppio coro, strumenti e animazione teatrale.

Nel 1997, nella sala Verdi del Conservatorio di Milano, il coro vince il primo premio, in occasione del Concorso Provinciale, nel 2000 e nel 2004  il secondo premio.

Nel 1996 incide "Missa Caritatis", per coro, organo, arpa e pianoforte, dedicata a Padre Luigi Monti fondatore dei Religiosi Concezionisti. Nell’estate 2003 il lavoro viene registrato in forma rinnovata e aggiornata in occasione della beatificazione di Padre Luigi Monti (Basilica di S. Pietro, 9 novembre 2003)

Con l’incisione del CD "Pietre Laviche", in occasione del ventennale della fondazione del coro, “La Miniera” ha raccolto nuovi brani ed interpretazioni, nati nel corso dell’ultimo periodo, secondo le linee evolutive che hanno caratterizzato il lavoro di ricerca.


Per informazioni scrivere Spediteci una e-mail!miniera@fastwebnet.it 
per ritornare alla Home Page